Arteterapia

 


Cos'è l'Arteterapia?

L'Arterapia è una pratica di sostegno alla terapia psichica e di cura che si avvale di tecniche creative/sensoriali e dove l'individuo può spaziare in vari ambiti in cui trovare soddisfazione, comunicazione ma anche divertimento.

L'Arterapia nasce negli anni quaranta e da allora ha riscosso un sempre maggiore interesse nella cura dell'animo dell'individuo o nella riabilitazione manipolatoria attraverso l'uso non solo del colore, del disegno, ma anche in senso più generale attraverso l'utilizzo di tutte quelle pratiche a carattere artistico dove il mezzo veicolante del linguaggio non sono più solo le parole o le convenzioni sociali.

Dopo aver elaborato il sentiero più idoneo per ogni soggetto ad esternare le proprie capacità acquisite o residue (nel caso ad es. di Alzheimer o Parkinson) con l'Arteterapia si mette in atto lo sviluppo di tecniche diversificate e personalizzate che veicolino l'esigenza di scambio emozionale tipico di ogni persona e che valorizzino il vissuto che è dentro ognuno di noi.

Durante un Laboratorio di Artetarepia non si giudica né l'operato né “il prodotto”, al contrario viene lasciato alla libera valutazione a posteriori al partecipante stesso, il quale, con la massima autonomia possibile, compatibilmente con la propria problematica, attribuirà i significati e i giudizi che meglio ritiene.

Con l'Arteterapia, che discende da esperienze di psicoterapia dinamica e da pratiche di psicoanalisi, si vanno a stimolare diverse aree del cervello, sede di ricordi, analogie, di collegamenti emozionali e li traduciamo in un linguaggio basico e primigeno, spogliato dalla maggior parte delle sovrastrutture acquisite, lasciando libera eco al simbolico e all'onirico e cercando di portare l'individuo in un ambiente emotivo privo di confini dove possa sentirsi in agio di esprimere sé stesso.


A chi è diretta?


 

L'Arteperapia è rivolta a tutti quei soggetti in cui si riscontra una forma di difficoltà sensoriale o cognitiva o anche semplicemente di stress. Si riscontrano buoni risultati sia in soggetti affetti da disabilità come Alzheimer e Parkinson a diversi livelli, spasticismo, autismo, sindrome di Down, miodistrofia muscolare, SLA, paralisi ed emiplagie, sindrome di Asperger o Jacbsen, depressione e altro, ed anche in soggetti normodotati sottoposti a stress di varia origine.


Controindicazioni

L'Arteterapia, grazie alla sua naturalità e possibilità di essere rimodulata alle esigenze di ciascun soggetto, alla sua non invasività e al fatto che non utilizza attrezzature che presentino pericoli di sorta, non ha controindicazioni ed è adatta a tutti, donne, uomini, ragazzi e ragazze, bambini e bambine, siano essi affetti da patologie oppure no.



Durata

Solitamente si svolge in moduli della durata di 1,2 oppure 3 ore, da una a tre volte alla settimana.



Materiali che vengono usati.

Durante un laboratorio di Arterapia vengono utilizzati materiali come carta, colla, pennarelli, pennelli, tempere acriliche, tempere ad acqua, acquerelli, pastelli a cera, nastro adesivo, cartone e cartoncini, tele, stoffe, creta, plastiline colorate e materiale di recupero vario.


Gianmichele De Mauro Creanza

Arteterapeuta diplomato presso IGEA di Pescara

per contatti giannidemauro@yahoo.it 



Commenti

Post popolari in questo blog